Oggi:

2020-08-09 03:54

Via libera al decreto legislativo per la realizzazione di un'infrastruttura per i combustibili alternativi

QUEL CHE C’È DA SAPERE

Le commissioni lavori pubblici e industria del Senato hanno espresso parere positivo, con osservazioni, sullo schema di decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. Anche le commissioni trasporti e attività produttive della Camera si stanno apprestando a fare altrettanto. Lo schema di decreto ha ottenuto il parere favorevole della Conferenza unificata Stato, Regioni ed enti locali, che ha introdotto alcune modifiche.

La direttiva prevede che, nell’ambito delle politiche della Ue sulla sostenibilità, gli Stati membri adottino un quadro strategico nazionale per lo sviluppo del mercato dei combustibili alternativi nel settore dei trasporti e per la realizzazione della relativa infrastruttura. La finalità è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore dei trasporti e a questo fine la direttiva stabilisce requisiti minimi per l’infrastrutturazione per i combustibili alternativi.

Il decreto disciplina le misure necessarie a garantire la costruzione e l’esercizio di un’infrastruttura per i combustibili alternativi e per l’attuazione delle specifiche tecniche comuni per tale infrastruttura.

Vengono distinti, in attuazione della direttiva, i combustibili per i quali è prioritario introdurre misure per la loro diffusione: il decreto fissa come obbligatori gli obiettivi per elettricità e gas naturale (GNL, gas naturale liquefatto e GNC, gas naturale compresso), mentre sono facoltativi gli obiettivi per idrogeno (per il quale sono previste misure solo in via sperimentale) e gpl.

A tutela dei consumatori sono previsti specifici obblighi relativi alle informazioni, che devono essere chiare, circa i combustibili che possono essere utilizzati in un veicolo, mediante un’etichettatura standardizzata, oltre a indicazioni nei punti di ricarica e rifornimento.