Oggi:

2019-08-20 16:54

La Commissione chiede al Consiglio Ue di poter negoziare all’Onu un "Patto globale per l'ambiente"

QUEL CHE C’È DA SAPERE

La Commissione europea ha sollecitato al Consiglio un mandato per poter negoziare in sede Onu un Patto globale per l'ambiente a nome dell'Ue. La richiesta, sotto forma di raccomandazione, segue l'iniziativa presentata dal presidente francese Emmanuel Macron nel settembre del 2017 nel contesto dell'assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, che a sua volta ha fatto riferimento a una bozza di Patto redatta da un gruppo internazionale di esperti giuridici con il sostegno del governo francese e presentata il 24 giugno 2017 all'Università della Sorbona di Parigi.

I principali obiettivi indicati dai promotori del Patto sono:

  • · inserire in un trattato giuridicamente vincolante i principi fondamentali del diritto dell'ambiente, già inclusi nelle dichiarazioni politiche universali, in modo da renderli applicabili dinanzi ai tribunali nazionali;
  • · rendere universali le principali disposizioni delle convenzioni giuridicamente vincolanti che universali non sono;
  • · aggiungere nuovi principi in vista di nuove sfide – la bozza di testo elaborata dai giuristi comprende ad esempio i principi di non regressione e di resilienza, nonché il dovere di diligenza per l'ambiente.

In seguito alla riunione del 19 settembre 2017 a New York, un gruppo ad hoc di paesi guidati dalla Francia ha redatto una risoluzione procedurale da presentare all'Assemblea generale per adozione, cosa che dovrebbe avvenire entro marzo, in modo da consentire l’avvio dei negoziati ufficiali questa primavera.