Oggi:

2020-06-07 00:43

Accordo Ue sulla classificazione degli investimenti ecosostenibili

QUEL CHE C’È DA SAPERE

La presidenza finlandese del Consiglio Ue e i negoziatori del Parlamento europeo hanno raggiunto un accordo di compromesso sulla definizione di un sistema di classificazione, o "tassonomia", a livello dell'Ue, finalizzato a fornire alle imprese e agli investitori un linguaggio comune per individuare le attività economiche che possono essere considerate ecosostenibili. L’accordo, secondo quanto riferito da fonti europee a Euractiv, estende la tassonomia oltre che a tutte le attività economiche, anche alle grandi imprese, risolvendo così una delle questioni controverse.

L’annuncio dell’accordo, raggiunto un anno e mezzo dopo la proposta iniziale della Commissione Ue, è stato dato con un tweet da Valdis Dombrovskis, vicepresidente della Commissione europea e commissario alle finanze, che l’ha definito “un grande successo”.

Il testo dell’accordo, che ora dovrà essere approvato dal Consiglio e dal Parlamento Ue, non è stato ancora reso noto ma secondo quanto riferisce Euractiv, citando l’eurodeputato verde Sven Giegold, il carbone è esplicitamente escluso dai prodotti finanziari ecosostenibili, mentre è compreso il nucleare, anche se, secondo Giegold, gli standard di protezione ambientale stabiliti dall’accordo, che prevedono il principio del non-danno, lo escluderebbero di fatto. L’esclusione del nucleare dalle attività economiche ecosostenibili era stato chiesto da alcuni Paesi guidati da Germania, Austria e Lussemburgo, ma il suo inserimento era stato voluto in particolare dalla Francia.

Una parte importante dell’accordo riguarda la struttura di governance. È prevista l’istituzione di una piattaforma indipendente sulla finanza sostenibile per lo sviluppo futuro della tassonomia, il monitoraggio dei flussi di capitale verso investimenti sostenibili e la consulenza agli Stati membri sulla transizione economica.