Oggi:

2020-06-05 20:25

Finanza sostenibile, consultazioni pubbliche della Commissione Ue

QUEL CHE C'È DA SAPERE

La Commissione europea ha avviato una consultazione pubblica, che si concluderà il 15 luglio, sulla nuova strategia di finanza sostenibile, che fa parte del Green Deal europeo e “degli sforzi complessivi della Commissione volti a garantire una ripresa economica sostenibile e resiliente a seguito dell’epidemia di coronavirus”.

La strategia si basa su iniziative e relazioni precedenti, come il piano d'azione della Commissione per il finanziamento della crescita sostenibile del 2018 e le relazioni del Gruppo di esperti tecnici sulla finanza sostenibile (TEG). L'obiettivo della Commissione è quello di adottare la nuova strategia di finanza sostenibile nella seconda metà del 2020.

Nel contesto del Green Deal, la nuova strategia per la finanza sostenibile mira a creare una base solida per consentire investimenti sostenibili e a gestire e integrare pienamente i rischi climatici e ambientali nel sistema finanziario.

La Commissione europea ha aperto una consultazione pubblica fino al 6 maggio anche su altre due proposte di atti delegati in materia di finanza sostenibile: il primo riguarda gli standard minimi per i benchmark climatici e il secondo i benchmark ambientali, sociali e di governance.

“Attualmente stiamo combattendo l'epidemia di coronavirus ma non dobbiamo perdere di vista i nostri obiettivi di sostenibilità a lungo termine, incluso rendere l'Europa neutrale dal punto di vista climatico entro il 2050”, ha dichiarato Baldis Dombrovskis, vicepresidente esecutivo per un'economia al servizio delle persone. “La creazione di un'economia più sostenibile e resiliente sarà al centro della fase di ripresa e la rinnovata strategia di finanza sostenibile sarà essenziale per mobilitare il capitale tanto necessario. Questa consultazione è un'opportunità per tutti gli europei, le società, le organizzazioni della società civilee le autorità pubbliche di contribuire all'agenda finanziaria sostenibile dell'Ue e su come essa può contribuire alla ripresa economica”.