Oggi:

2020-08-04 04:23

Consultazione pubblica su uno standard europeo per i Green Bond

QUEL CHE C'È DA SAPERE

La Commissione europea ha aperto fino al 2 ottobre una consultazione pubblica sull'istituzione di un Green Bond Standard (GBS) dell'Ue. Ad oggi, non esiste uno standard uniforme per l'emissione di obbligazioni verdi all'interno dell'Ue ed una relazione del gruppo di esperti tecnici in materia di finanza sostenibile (TEG)fatta propria dalla Commissione europea un anno fa, raccomanda criteri chiari e comparabili. In particolare, collegandosi alla tassonomia, questo standard dovrebbe determinare quali attività climatiche ed ecocompatibili dovrebbero essere ammissibili al finanziamento tramite un'obbligazione ecologica europea. Secondo la Commissione europea, questo potrebbe incrementare il mercato delle obbligazioni verdi, consentendo agli investitori di aumentare gli investimenti sostenibili e verdi.

Il TEG ha fornito ulteriori orientamenti nel marzo 2020, insieme alla proposta di uno standard proposto aggiornato.

Nel presentare la consultazione pubblica, la Commissione europea sottolinea che “le obbligazioni verdi sono diventate sempre più popolari, mentre gli investitori cercano modi per aiutare a finanziare il passaggio a un’economia ecosostenibile. In quanto tali, le obbligazioni verdi saranno strumentali al raggiungimento degli obiettivi del Green Deal europeo e svolgeranno un ruolo ancora più importante nello sbloccare il potenziale del settore privato per affrontare i cambiamenti climatici e favorire una ripresa economica sostenibile dopo la pandemia. Dato che l'euro è già la valuta principale utilizzata per l'emissione di obbligazioni verdi in tutto il mondo, uno standard ufficiale delle obbligazioni verdi dell'Ue potrebbe anche rafforzare il ruolo internazionale dell'euro e contribuire a consolidare l'Ue come hub globale per la finanza verde”.