Oggi:

2021-03-03 12:23

Calendari venatori, poteri sostitutivi del governo nei confronti di sette Regioni

QUEL CHE C’È DA SAPERE

Il Consiglio dei Ministri del 15 gennaio ha deliberato l'esercizio dei poteri sostitutivi nei confronti delle Regioni Toscana, Calabria, Liguria, Marche, Puglia, Lombardia e Umbria, disponendo la modifica del loro calendario venatorio con la chiusura della caccia al 20 gennaio 2016 per le specie tordo bottaccio, beccaccia e cesena.

L'intervento è stato deciso per evitare che il limite al 31 gennaio, fissato dalle sette Regioni, facesse coincidere la stagione della caccia di una o più delle tre specie con il periodo prenuziale o di riproduzione, determinando così una violazione della normativa europea e andando ad aggravare la posizione dell'Italia rispetto all'eventuale chiusura negativa del caso Eu-Pilot 6955/2014, avviato dalla Commissione europea.

Dopo ripetuti inviti a modificare i calendari non conformi, il 23 dicembre il governo aveva diffidato nove regioni inadempienti a provvedere, cosa fatta solo da due.