Oggi:

2019-08-18 07:42

Accordo Ue per superare le barriere normative allo sviluppo delle batterie per veicoli elettrici

QUEL CHE C’È DA SAPERE

La Commissione europea e otto partner - innovatori e autorità nazionali e regionali – hanno sottoscritto un Accordo sull’innovazione (Innovation Deal) per affrontare gli ostacoli normativi all'innovazione nel settore dei veicoli elettrici. L'obiettivo è rendere l'uso delle batterie più efficiente dal punto di vista ambientale e industriale, identificando e superando le eventuali barriere legislative e regolamentari a livello Ue e nazionale all'uso di batterie per veicoli elettrici, al loro riciclaggio o riutilizzo, ad esempio ai fini dello stoccaggio di energia e dell’autoconsumo.

L’Accordo si chiama “Dalla mobilità elettronica al riciclaggio: il circuito virtuoso del veicolo elettrico” ed è stato sottoscritto da otto partner francesi (Renault Nissan Alliance, Bouygues e i ministeri dell’Ambiente e dell’Industria) e olandesi (LomboXnet, Provincia di Utrecht e i ministeri dell’Ambiente e degli Affari economici).

Gli Innovation Deal sono accordi volontari che riuniscono organismi di regolamentazione nazionali, regionali, locali e dell'Ue, per aiutare gli innovatori a superare quelle che vengono percepite come barriere normative all'innovazione. La Commissione europea ha introdotto questo strumento nell'ambito del suo pacchetto sull'economia circolare. Il primo accordo sull'innovazione è stato quello relativo al trattamento delle acque reflue ed è stato firmato il 7 aprile 2017.