Oggi:

2020-06-05 21:00

“Legge europea sul clima”, la Commissione Ue presenta la proposta di regolamento

QUEL CHE C'È DA SAPERE

La Commissione europea ha presentato la proposta di regolamento intitolata “Legge europea sul clima”, per conseguire la neutralità climatica entro il 2050.

La Commissione propone un obiettivo giuridicamente vincolante di azzeramento delle emissioni nette di gas a effetto serra entro il 2050. Le istituzioni dell'Ue e gli Stati membri sono tenuti ad adottare insieme le misure necessarie al loro livello per raggiungere questo obiettivo.

Vengono previste misure per verificare ogni cinque anni i progressi compiuti e adeguare gli interventi di conseguenza.

La proposta incarica la Commissione di esaminare le politiche e la legislazione esistenti per valutarne la coerenza rispetto all'obiettivo della neutralità climatica e alla traiettoria stabilita.

Nell'ambito di un intervento in due fasi, la Commissione procederà dapprima a valutare e poi formulare proposte per aumentare l'obiettivo di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra dell'Ue entro il 2030, in modo da assicurarne la coerenza con l'obiettivo della neutralità climatica entro il 2050. Entro settembre 2020 la Commissione presenterà un piano corredato di una valutazione d'impatto per aumentare “in modo responsabile” l'obiettivo 2030 ad almeno il 50% e possibilmente 55% rispetto ai livelli del 1990, proponendo di modificare di conseguenza la legislazione in materia di clima.

Per conseguire il nuovo obiettivo per il 2030, la Commissione proporrà di riesaminare entro giugno 2021:

  • la direttiva sul sistema per lo scambio di quote di emissioni dell'Unione europea (EU ETS);
  • il regolamento sulla condivisione degli sforzi;
  • il regolamento sull'uso del suolo, cambiamento di uso del suolo e silvicoltura (LULUCF);
  • la direttiva sull'efficienza energetica;
  • la direttiva sulle energie rinnovabili;
  • le norme relative ai livelli di prestazione in materia di emissioni di CO2 di autovetture e furgoni.

La Commissione sarà autorizzata a formulare raccomandazioni destinate agli Stati membri i cui interventi non sono compatibili con l'obiettivo della neutralità climatica e gli Stati membri dovranno tenerne conto o spiegare le loro motivazioni se omettono di farlo. La Commissione potrà inoltre riesaminare l'adeguatezza della traiettoria e le misure adottate a livello di Unione.

La Commissione afferma che anche varie altre iniziative in preparazione nell'ambito del Green Deal europeo contribuiranno a conseguire gli obiettivi della legge sul clima, compresa la formulazione di una proposta per un “meccanismo di adeguamento del carbonio alle frontiere” per settori specifici cui si affiancherà il varo di una nuova strategia di adattamento dell'Ue e del patto europeo per il clima.