Oggi:

2019-09-18 14:51

Does MoSE cope with inland tsunamis hazard?

di: 
G. F. Panza, D. Bisignano e F. Romanelli

Recensione di Leonello Serva

In questo articolo, cui si rimanda per tutti i dettagli, viene prospettato uno scenario di rischio per Venezia derivante da un potenziale maremoto generato da un terremoto localizzato in terraferma nell’area della Laguna di Venezia e impattante sul MoSE.

Non entriamo nel merito degli scenari ipotizzati; nello stesso tempo facciamo nostre le tre interessanti domande che si pongono gli Autori dopo aver effettuato modellazioni di vari scenari di maremoto legati a differenti terremoti, a loro avviso, potenzialmente possibili in tale zona e considerate le caratteristiche realizzative del MoSE che di seguito si riportano.

La figura sottostante illustra sinteticamente i principi di funzionamento dell’opera.  In occasione di una marea straordinaria le paratie, normalmente posate sul fondo (fig. 7a) vengono svuotate immettendoci dell’aria compressa (frecce nere nella fig. 7b). Questo processo dura circa 30 minuti ( il processo inverso richiede invece circa 15 minuti). Le paratie rimangono alzate, come in fig. 7c,  e quindi in posizione di fermare la marea proveniente dall’Adriatico per circa 4-5 ore (la durata della marea). Il funzionamento quindi è principalmente basato sulla spinta di Archimede.

Passiamo ora alle tre domande.

1) Sono le paratie del MoSE progettate per resistere a un’onda d’urto proveniente dalla direzione opposta (dalla Laguna) a quella presa a riferimento proveniente dall’Adriatico)?

2) Se, al contrario, il primo arrivo dalla Laguna in caso di maremoto non sia un’’onda di ingressione/pressione ma il suo contrario ( un’onda di regressione/depressione); in caso di paratie alzate e considerato il loro principio di funzionamento,  cosa succede alle stesse se il livello dell’acqua decresce significativamente a causa del maremoto?

3) Considerato che per  abbassarsi le paratie impiegano circa 15 minuti cosa succede in Laguna se l’onda di maremoto proveniente dalla stessa impiega meno di 15 minuti per arrivare alle paratie e trovandole alzate si rifrange?

In sintesi, le tre domande possono essere ridotte a una che poi rappresenta il titolo del lavoro in esame: quali sono le potenziali conseguenze di un maremoto che raggiunga il MoSE dalla Laguna sia in caso di onda di ingressione/pressione che di regressione/depressione?

Come accennato sopra, facciamo nostre tali curiosità e sarebbe molto gradita una risposta da parte dei tecnici del MoSE.

Giuliano Francesco Panza, Davide Bisignano e Fabio Romanelli. Does MoSE cope with inland tsunamis hazard? (Web source: arXiv:1406.2821 [physics.geo-ph]).