Oggi:

2020-07-11 21:47

Eletto il muovo presidente dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC)

QUEL CHE C’È DA SAPERE

Il 6 ottobre, è stato eletto il nuovo presidente dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC): si tratta del sessantanovenne economista coreano Hoesung Lee, che ha ottenuto 76 voti, contro i 56 andati al belga Jean-Pascal van Ypersele. L’IPCC è un organismo costituito nel 1988 in ambito Onu, con il fine di individuare una voce super partes nella valutazione dei pericoli connessi all’aumento della CO2 e altri gas a effetto serra. Il compito dell’IPCC non è quello di svolgere attività di ricerca ma di raccogliere la produzione scientifica esistente e darne una rappresentazione pubblica a livello globale, tramite documenti ufficiali denominati Assessment Report (AR).

La credibilità dell’IPCC ha avuto vicende alterne e il suo precedente presidente, l’indiano Rajendra Kumar Pachauri, in carica dal 2002, si è dimesso lo scorso febbraio, in seguito a uno scandalo per molestie sessuali. Il nuovo presidente è professore di economia dei cambiamenti climatici, energia e sviluppo sostenibile presso la Korea University’s Graduate School of Energy and Environment, e ha dichiarato che l’IPCC può fare di più nel fornire ai decisori politici valutazioni sui cambiamenti climatici della più elevata qualità scientifica.

“Le prossime fasi del nostro lavoro vedranno migliorare la comprensione degli impatti regionali, soprattutto nei paesi in via di sviluppo, e vogliamo anche migliorare il modo in cui comunichiamo i risultati della ricerca al pubblico”, ha dichiarato Hoesung Lee. “Soprattutto, dobbiamo fornire più informazioni sulle opzioni che esistono per la prevenzione e l’adattamento ai cambiamenti climatici.”