Oggi:

2020-07-10 02:15

Perforazioni alla ricerca dello shale gas senza VIA, la Commissione Ue deferisce la Polonia alla Corte di Giustizia

QUEL CHE C’È DA SAPERE

La Commissione Ue ha deferito la Polonia alla Corte di Giustizia europea per violazione della direttiva sull’impatto ambientale, dal momento che non garantisce una corretta valutazione dell’impatto delle esplorazioni minerarie. La legge polacca, infatti, consente di perforare fino a cinquemila metri di profondità, alla ricerca dello shale gas, senza valutare preventivamente il potenziale impatto sull’ambiente. Secondo le norme dell’Unione, invece, queste perforazioni profonde richiedono una valutazione sui rifiuti che producono, sui loro effetti sull’acqua e sul suolo, sull’utilizzo di risorse naturali, sul rischio di incidenti e sugli effetti cumulativi che possono avere con altri progetti e attività simili.