Oggi:

2020-08-12 13:38

Caso Volkswagen, la Commissione Ue avvia la procedura d’infrazione nei confronti di sette Stati

QUEL CHE C’È DA SAPERE

La Commissione europea ha avviato la procedura d’infrazione nei confronti di Germania, Grecia, Lituania, Lussemburgo, Repubblica Ceca, Spagna e Regno Unito, per non aver istituito sistemi sanzionatori volti a scoraggiare i fabbricanti di automobili dal violare la legislazione in materia di emissioni o per non avere applicato tali sanzioni in caso di violazione della legge.

In base all'articolo 46 della direttiva 2007/46 e dell'articolo 13 del regolamento (CE) n. 715/2007, gli Stati devono disporre di sistemi sanzionatori effettivi, proporzionati e dissuasivi, per scoraggiare i fabbricanti di automobili dal violare la legge e, nel caso ciò avvenga, ad esempio tramite il ricorso ad impianti di manipolazione per ridurre l'efficacia dei sistemi di controllo delle emissioni, vanno applicate le sanzioni.

La Commissione europea contesta a Grecia, Lituania e Repubblica Ceca di non aver introdotto i sistemi sanzionatori nei propri ordinamenti nazionali. A Germania, Lussemburgo, Spagna e Regno Unito, vale a dire gli Stati membri che hanno rilasciato omologazioni per il gruppo Volkswagen nell'Ue e che hanno nei loro ordinamenti le disposizioni in materia di sanzioni, viene contestato di non averle applicate, malgrado la società abbia utilizzato un software illegale di dispositivi di manipolazione.  Infine, la Commissione europea ritiene che Germania e Regno Unito abbiano violato il diritto, rifiutando di divulgare, dopo la richiesta della Commissione, tutte le informazioni tecniche raccolte nel corso delle loro indagini relative a potenziali irregolarità nelle emissioni di ossido di azoto (NOx) delle automobili del gruppo Volkswagen e di quelle di altri fabbricanti di automobili sul loro territorio.

Dopo la lettera di messa in mora, i sette Stati hanno due mesi di tempo per replicare alle contestazioni della Commissione Ue che, in caso contrario, potrà decidere di inviare un parere motivato.