Oggi:

2019-11-12 06:41

Radioprotezione, parere motivato della Commissione Ue all’Italia

QUEL CHE C’È DA SAPERE

Dopo la lettera di costituzione in mora inviata lo scorso maggio, la Commissione europea ha inviato all’Italia un parere motivato, chiedendo il recepimento della nuova direttiva sulle norme fondamentali di sicurezza (direttiva 2013/59/Euratom del Consiglio). Gli Stati membri erano tenuti a recepire la direttiva entro il 6 febbraio 2018. La nuova direttiva aggiorna la normativa europea in materia di radioprotezione, stabilendo norme fondamentali di sicurezza per la protezione dei lavoratori, della popolazione e dei pazienti contro i pericoli derivanti dall'esposizione alle radiazioni ionizzanti. La direttiva contiene inoltre alcune disposizioni sulla preparazione e sulla risposta in caso di emergenza, che sono state rafforzate a seguito dell'incidente nucleare di Fukushima. L’Italia dispone ora di due mesi per rispondere al parere motivato e comunicare le sue misure di recepimento, trascorsi i quali la Commissione europea potrà decidere di deferire il caso alla Corte di giustizia dell'Ue.