Oggi:

2021-09-22 22:30

Mims: emanata la Direttiva sugli indirizzi generali per il 2021

QUEL CHE C'È DA SAPERE

Il 31 marzo il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile ha firmato la direttiva ministeriale n. 127 “Indirizzi generali per l'attività amministrativa e la gestione per il 2021” che è attualmente al visto dei competenti Organi di controllo. La direttiva individua per il 2021 gli obiettivi strategici e operativi nelle materie di competenza del Mims definiti nell’ambito di quattro priorità politiche: sviluppo di infrastrutture sostenibili e resilienti, aumento dell’efficienza e della sostenibilità dei trasporti, aumento della sicurezza delle infrastrutture, della mobilità e delle persone, miglioramento dell’azione del Ministero e avvio di una gestione sostenibile delle sue strutture.

La prima priorità prevede, tra gli altri, come obiettivi strategici lo sviluppo delle infrastrutture per la mobilità sostenibile e l’attuazione tempestiva dei programmi di interventi di edilizia pubblica finalizzati alla riqualificazione urbana ed alla riduzione del disagio abitativo.

La seconda priorità comprende come obiettivi strategici l’estensione e la riqualificazione dei collegamenti ferroviari, lo sviluppo di servizi di trasporto in grado di ridurre significativamente le esternalità negative e le emissioni di gas climalteranti e di inquinanti (anche attraverso gli incentivi Ferrobonus e Marebonus), efficientamento del trasporto pubblico.

La terza priorità prevede, tra gli altri, un obiettivo strategico sulla sicurezza delle grandi dighe e relative opere di derivazione e un obiettivo strategico che impone la redazione di linee guida per la governance della trasformazione del patrimonio edilizio in un'ottica di economia circolare e bioedilizia.

Infine, l’ultima priorità politica riguarda i tre Dipartimenti, il Consiglio Superiore dei Lavori pubblici e il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e l'obiettivo è la semplificazione e accelerazione dei procedimenti, includendo però misure di prevenzione della corruzione e di trasparenza e qualità dei servizi.