Oggi:

2021-08-06 00:06

Mobilità sostenibile: in GU il DM sulla figura del mobility manager

QUEL CHE C'È DA SAPERE

È stato pubblicato in GU, il 26 maggio scorso, il DM 12 maggio 2021 con le “Modalita' attuative delle disposizioni relative alla figura del mobility manager”.

Il decreto del MITE ,emanato in attuazione dell’articolo 229 del “Decreto Rilancio” 34/2020, convertito dalla legge 77/2020, ha l’obiettivo di ridurre l'impatto ambientale derivante dal traffico veicolare privato nelle  aree urbane e metropolitane, promuovendo la realizzazione  di interventi di organizzazione e gestione della domanda di mobilità delle persone in un’ottica di mobilità sostenibile.

Il decreto stabilisce che le aziende e le Pubbliche Amministrazioni con più di 100 dipendenti ubicate in un capoluogo di Regione, in una città metropolitana, in un capoluogo di provincia o in un Comune con popolazione superiore a 50.000 abitanti sono tenute ad adottare, entro il 31 dicembre di ogni  anno, un Piano Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL) del proprio personale dipendente. Il PSCL adottato dalle imprese e dalle pubbliche amministrazioni deve essere trasmesso al comune territorialmente competente entro quindici giorni dall'adozione.

Il PSCL ha lo scopo di ridurre il traffico veicolare privato, individuando misure utili a orientare gli spostamenti casa-lavoro dei dipendenti verso forme di mobilità sostenibile alternative all'uso del  veicolo  privato, sulla base dell'analisi degli spostamenti casa-lavoro dei dipendenti, delle loro esigenze di mobilità e dello stato dell'offerta di trasporto presente nel territorio interessato. 

Ai fini dell'adozione  del  PSCL,  il decreto prevede che le imprese e le Pubbliche Amministrazioni nominino il mobility manager aziendale, la figura professionale di supporto alle attività di decisione, pianificazione, programmazione, gestione e promozione di soluzioni ottimali di mobilità sostenibile.

I Comuni con più di 50.000 abitanti nomineranno il mobility manager d'area per la definizione e l’implementazione di politiche di mobilità sostenibile e per le attività di raccordo con i mobility manager aziendali.